Turismo a Torino, a settembre presenze in aumento del 9,6% rispetto a un anno fa

La soddisfazione di Appendino e la replica degli albergatori

Comitive di turisti in piazza San Carlo

A Torino sarebbero aumentate del 9,6%, rispetto allo stesso periodo di un anno fa, le presenze turistiche. Un dato che addirittura sale al 29,1% se paragonato a quattro anni fa. Lo ha scritto sul suo sito internet, la sindaca Chiara Appendino. "Questi dati confermano un trend molto positivo per il 2019 e l'enorme potenziale attrattivo della nostra Città. Anche se, che Torino è meravigliosa, lo sapevamo già...", commenta la prima cittadina senza dimenticare di sottolineare che "un settore che tira significa impulso positivo all'economia, attrazione di nuovi investimenti, nuovi posti di lavoro e sempre maggiore valorizzazione delle nostre eccellenze locali".

Appendino ricorda poi tutti gli appuntamenti importanti in città nel futuro più prossimo. "Non abbiamo nessuna intenzione di fermarci - commenta -. Dopo il 2019, anno di Leonardo, siamo già pronti per partire con il 2020, anno che Torino dedicherà al cinema, con un ricco calendario che vi sveleremo a breve". E conclude ringraziando gli assessori al Turismo Alberto Sacco e alla Cultura, Francesca Leon, sottolineando che tutto questo è stato possibile grazie a "un grandissimo lavoro di squadra".

La replica di Federalberghi

E non tarda la replica di Federalberghi che qualche settimana fa, aveva già contestato i numeri di agosto.  "Prendiamo atto dei dati divulgati oggi dalla sindaca in merito agli arrivi a Torino nel mese di settembre - commenta il presidente Fabio Borio - e, pur ritenendo conveniente uscire dalla guerra di numeri e percentuali, ci piacerebbe comprendere da dove provengano e come siano composti: i flussi turistici vanno valutati in termini di presenze e occupazione delle camere, non soltanto di arrivi".

E aggiunge: "Auspichiamo inoltre che non si sia commesso, ancora una volta, l'errore di porre sullo stesso piano e mettere nello stesso calderone i flussi turistici diretti verso il fenomeno Airbnb e quelli relativi invece alle strutture alberghiere certificate viste le enormi differenze che sussistono tra queste due realtà - sottolinea ancora -. Felici dell'incremento reso noto dalla sindaca, ci auguriamo che questo si traduca in un contestuale incremento della tassa di soggiorno da investire sul turismo". Borio ribadisce poi la necessità di "un tavolo che riunisca periodicamente tutti gli attori del comparto turistico locale e le istituzioni al fine di dare vita a un sistema strutturato dell'accoglienza turistica, soprattutto in vista degli importanti eventi internazionali che attendono Torino nei prossimi anni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si lancia dal settimo piano del palazzo: morto

  • Trasporto pubblico locale, in arrivo una giornata di sciopero: possibili disagi

  • Auto si schianta contro un muro: donna morta sul colpo

  • Offerte di lavoro e stage alla Magneti Marelli: le posizioni aperte 

  • Suv si schianta contro un muretto: dopo gli accertamenti scatta il sequestro del veicolo  

  • Incidente di cantiere: autostrada chiusa in un senso, previsione riapertura in 48-72 ore

Torna su
TorinoToday è in caricamento