Bardonecchia, fino all'11 novembre skipass stagionali a prezzo promozionale

La stagione, neve permettendo, dovrebbe prendere il via nel week-end dell'Immacolata

È partita anche a Bardonecchia la campagna Skipass stagionali, in vista dell’apertura della stagione sciistica che dovrebbe partire - ma la data non è ancora ufficiale poichè determinant saranno le condizioni meteo - nel week-end dell'Immacolata, cioè quello dell'8 e 9 dicembre. Fino all’11 novembre gli abbonamenti da utilizzare per il comprensorio sciistico di Bardonecchia si potranno acquistare allo stesso prezzo dello scorso anno.

I prezzi e le agevolazioni 

Fino a quella data lo stagionale singolo costerà 595 euro mentre dopo salirà a 800 euro mentre lo stagionale famiglia (minimo tre persone) si potrà acquistare subito a 540 euro anziché a 700. Gratuito invece, prima e dopo, lo stagionale Under 7 e conveniente anche la formula “12 giorni” (anche non consecutivi) in vendita ora a 330 euro, poi a 350. Per ciò che riguarda lo skipass giornaliero non si ha ancora conferma ufficiale del prezzo che però dovrebbe restare fermo a 37 euro, come nella passata stagione. 

Ma con l’acquisto dello stagionale i suoi possessori avranno l’opportunità di sciare gratuitamente in tante località. Si riceveranno infatti 3 giornalieri gratuiti per Monginevro, 3 giornalieri gratuiti per Vallorie-Valmeinier, 3 giornalieri gratuiti utilizzabili nelle stazioni Labellemontagne di: Orcières 1850, La Bresse-Hohneck, Saint-François Longchamp, Manigod, Risoul 1850, Espace Diamant (Notre-Dame de Bellecombe,  Praz sur Arly, Crest-Voland).

E ancora 3 giornalieri gratuiti a scelta tra le stazioni del gruppo Haute Maurienne Vanoise: Valcenis, Valfréjus, Aussois, La Norma, Bonneval Sur Arc, Bessans; 3 skipass scontati da usufruire sugli impianti della Vialattea (Sestriere, Sauze D’Oulx, Sansicario, Cesana). Per tutti i possessori degli abbonamenti stagionali sono previste poi importanti agevolazioni tra cui, forse la più importante, lo sconto del 20% sul pedaggio dell’autostrada A32 Torino-Bardonecchia. 

Novità sulle piste 

Esordirà in questa stagione la nuova pista Chesal - Melezet. Una pista “blu” che permetterà a tutti gli sciatori di utilizzare l’area del Melezet che dal Chesal a quota 1805, riporta in località Plana alla partenza della seggiovia, rendendo cosi più fruibile l’area del Melezet. Si tratta del completamento di un progetto che permette a tutti gli appassionati, anche i meno esperti, di spostarsi agevolmente tra le piste del Colomion e del Melezet e godersi appieno tutto il comprensorio sciabile.

È stato intrapreso un progetto di implementazione dell’area dello snow park del Melezet nell’area Selletta, individuata come più idonea per caratteristiche morfologiche e di innevamento, con una prima fase che si svilupperà  durante questa stagione invernale  per poi concludersi con la prossima 2019/2020. Sono iniziati i lavori per la realizzazione della nuovissima “Alpine Coaster” nel comprensorio del Colomion. Si tratta di percorso su rotaia utilizzabile con bob a 2 posti, grande divertimento per tutti, grandi e bambini, che potranno vivere la montagna con un’ottica diversa, importante ampliamento dell’area ludica di Bardonecchia.

Lavori in corso 

Continua inoltre l’impegno di Colomion per migliorare la fruibilità e la qualità del comprensorio sciistico di Bardonecchia. Dopo la nuova seggiovia “6Gigante” allo Jafferau, inaugurata nel dicembre 2017, sono partiti i lavori per la parte in quota del comprensorio del Melezet. Sono state infatti avviate le progettazioni e le fasi autorizzative per l’ammodernamento di due macro aree: la Selletta e il Bosco/Vallon Cros/Seba. Il progetto prevede la realizzazione di nuovi impianti e nuove piste.

Il primo impianto di questo completo riordino dell’area della Selletta è già stato acquistato ed approvvigionato e si tratta di una seggiovia quadriposto con cupola che servirà l’asse Chesal - Selletta, andando a sostituire la sciovia e la seggiovia biposto omonime nella stagione 2019/20. Per quanto concerne l’area del Bosco/Vallon cros/Seba si sta lavorando per rendere possibile l’avvicinamento in alta quota con impianti di trasporto a fune aerea (in sostituzione delle sciovie omonime).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le sciovie del Bosco e del Vallon Cros non saranno invece usufruibili per la stagione 2018/19 a causa di fasi autorizzative in itinere lunghe e complesse, giunte a scadenza a causa di un vuoto normativo causato dall’avvicendamento governativo del trascorso anno, mentre continuerà ad essere usufruibile l’impianto Seba, che permette di raggiungere punta Seba a m. 2263 di altitudine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Bimba di sette anni morsa da una vipera mentre passeggia con i genitori: è grave

  • Tragedia lungo la statale: scooter e moto si scontrano, morte due persone

  • Torino e provincia, le attività commerciali che fanno consegne a domicilio

  • Mascherine obbligatorie questo fine settimana anche all'aperto, ma solo nei centri abitati

  • Allarme in casa: bambino di 10 anni gravemente ustionato mentre fa un esperimento per la scuola

Torna su
TorinoToday è in caricamento