Politecnico, gli studenti stranieri potranno chiedere il codice fiscale in ateneo

Un servizio attivo fino al 25 settembre

Da domani, mercoledì 4, fino al 25 settembre, sarà operativo nuovamente, presso il centro immatricolazioni del Politecnico di Torino lo sportello per l’attribuzione del codice fiscale agli studenti stranieri che frequentano l'ateneo. Lo sportello resterà aperto dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13.

Un servizio disponibile da diversi anni, possibile grazie all’accordo fra l’Ateneo e l'agenzia delle Entrate, le matricole che arrivano dall'estero avranno l’opportunità di inserirsi più agevolmente nel nostro Paese, evitando lunghe code e comprensibili difficoltà dovute alla lingua straniera.

In questo modo, gli stranieri che giungono nel capoluogo piemontese per ragioni di studio,  docenza o ricerca possono ottenere il codice fiscale direttamente nella sede di Corso Duca
degli Abruzzi n. 24 senza doversi recare presso un ufficio dell’Agenzia delle Entrate.

Un appuntamento che si ripete negli anni considerati i risultati positivi ottenuti: nel 2018, infatti  nelle tre settimane di apertura dello sportello hanno usufruito del servizio 487 persone. L’attribuzione del codice fiscale rappresenta un passaggio indispensabile per la permanenza in Italia: non solo è il primo passo per iscriversi all’università, ma anche per altri aspetti pratici come la stipula di un contratto d’affitto, l’acquisto di una Sim card telefonica e molto altro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Da domani la strada sarà piena di veleno per i vostri cani" e i residenti insorgono sul web

  • Doppia scossa di terremoto a mezz'ora l'una dall'altra: avvertite dalla popolazione

  • Scontro violento fra auto: i vigili del fuoco estraggono due ragazze dalle lamiere

  • Velocità rilevata con autovelox e telelaser: le vie interessate dai possibili controlli

  • Emergenza smog, tornano le limitazioni strutturali dopo la giornata di sciopero

  • Imprigionato nei meccanismi di una mietitrebbia: tragica morte di un agronomo

Torna su
TorinoToday è in caricamento