6 box per i velox in città, ma solo un autovelox può fare multe

Dove sono posizionati e quali sono i limiti da rispettare

Dalla pagina fb di Amministrazione Settimo Torinese

Il Comune di Settimo Torinese ha deciso di installare dei velox per limitare la velocità in punti particolarmente “difficili”, dove si registrano numerosi incidenti o dove sono stati gli stessi residenti a chiederli, come accaduto per quello in corso Piemonte/via Cascina Nuova dove c'è una scuola.

In totale a Settimo i box per i velox sono sei, ma soltanto uno, a rotazione, può fare multe. In pratica in un determinato momento cinque box saranno vuoti e uno ospiterà il velox vero e proprio, che sarà spostato a cadenza regolare.

Dove si trovano i box

Tre sono in corso Piemonte, uno in corso Galileo Ferraris, uno in via Regio Parco  e uno in via Raffaello Sanzio. Verrà multato chi supera il limite di velocità (70 km/h in corso Piemonte, 50 km/h negli altri punti).

A quanti si domandano se il Comune voglia fare cassa con le multe è la stessa amministrazione a rispondere: “No, l’amministrazione vuole garantire la sicurezza dei cittadini in seguito al verificarsi di troppi incidenti. Il Comune non fa alcuna cassa se gli automobilisti rispettano i limiti di velocità”. Gli incassi delle eventuali multe saranno utilizzate per migliorare la sicurezza stradale (segnaletica, buche, marciapiedi) e per progetti di mobilità sostenibile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il velox ad oggi non è ancora attivo, ma lo sarà non appena si completerà l'installazione della segnaletica: fra pochi giorni o forse già domani. Infine, a chi si chiede come mai non è stato scelto di installare i dossi, l’amministrazione spiega: “Perché le strade in questione sono di scorrimento e occorre agevolare il passaggio di ambulanze e mezzi di soccorso. In altri casi, per esempio in via Sanzio, i dossi sono già presenti ma non risultano sufficienti perché la tendenza a “correre” resta”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Pane, olio e altri beni primari con i prezzi gonfiati del 200%: denunciato titolare

  • Coronavirus, Università di Torino: "La carenza di vitamina D può aumentare i rischi di contagio"

  • Stanotte torna l'ora legale, lancette in avanti: "Un mix critico col Coronavirus"

  • Il virus si è portato via Franco il Baffo: la cittadina in lacrime per lo storico vigile, politico e sportivo

  • Coronavirus Piemonte: 403 deceduti risultati positivi al virus, oggi morti anche due operatori sanitari

Torna su
TorinoToday è in caricamento