“Nessun crollo” rassicura il Sindaco, ma la palestra rimane chiusa

Fino al termine dei lavori di messa in sicurezza

La scuola Levi di Borgaro Torinese

E’ diventato un “crollo”, di parte del soffitto della palestra della scuola media Carlo Levi di Borgaro Torinese, quella che in realtà era una crepa. Potenza dei social network.

Troppa potenza che è stata contenuta dal sindaco Claudio Gambino costretto a replicare sulle piattaforme pubbliche: “In queste ore si sono susseguite una serie di voci in merito ad un presunto crollo di calcinacci nella palestra della scuola "Levi". Si precisa come gli operai, impegnati nell'ancoraggio di un canestro, hanno notato una crepa su una parete. Prima che si creasse un danno maggiore, per tutelare i ragazzi e il personale docente e non docente, si è deciso di sospendere l'utilizzo della palestra in attesa di dare avvio ai lavori di messa in sicurezza. Questa decisione è stata presa di concerto con la dirigente scolastica, Lucrezia Russo”.

Il primo cittadino ha, in questo modo, prontamente rassicurato i genitori dando una rapida risposta alle numerose richieste di spiegazioni piovute nelle scorse ore a palazzo civico. Quindi, non si è verificato alcun crollo dal soffitto anche se la palestra, in via precauzionale, non sarà utilizzata fino al termine dei lavori di messa in sicurezza. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Qualità dell’aria, scatta il livello viola: bloccati tutti i veicoli euro 5

  • Dramma nella notte: uomo travolto e ucciso da un'auto pirata

  • Neopatentato si schianta allo svincolo: distrutta l'auto potente del papà, lui aveva bevuto

  • Giornata mondiale della pizza: ecco dove mangiarla a Torino

  • Cibo mal conservato e lavoratori "in nero": ristorante chiuso e multato per 39mila euro

  • Al volante senza patente: fugge, provoca un incidente e prova a investire un poliziotto

Torna su
TorinoToday è in caricamento