La mostra Van Gogh - "Multimedia & Friends" riscuote grande successo

Oltre 2.000 visitatori in una settimana sanciscono l’amore del pubblico per il grande artista olandese e l’interesse per la mostra allestita presso lo Spazio Lancia

Oltre 2.500 immagini di grandi dimensioni sincronizzate da una potente colonna sonora classica; un’esperienza di realtà virtuale che, la prima volta in una mostra dedicata a Van Gogh, porta i visitatori all’interno delle opere percependo tridimensionalmente ogni dettaglio figurativo e cromatico; opere originali di Renoir, Degas, Monet e un disegno dello stesso Van Gogh del valore di oltre 30 milioni di euro, per la prima volta esposte al pubblico; 5 opere ricreate con la stessa tecnica, con gli stessi utensili e materiali del Maestro così che il visitatore possa toccare con mano i quadri e 8 abiti che richiamano le opere più importanti dell’artista olandese, a cura della fashion art designer Gisella Scibona. Questa la coinvolgente esperienza che Van Gogh Multimedia & Friends (visitabile fino al 28 aprile presso lo Spazio Lancia di via Lancia 27 a Torino) offre al visitatore.

La mostra in una settimana segna un record importante, superando i 2.000 visitatori, e riscuote grande successo tra il pubblico perché rappresenta un’esperienza completa mai sperimentata prima, composta da diversi spazi di fruizione: la sezione multimediale curata da Giovanna Strano; l’ambiente “Per sempre Vincent”; la sezione dedicata alla realtà virtuale; la “Stanza dei segreti” curata da Alberto D’Atanasio; lo “Spazio di Vincent”; la sezione “La moda incontra Van Gogh”; l’area education per le scuole.

Il percorso rapisce il visitatore, permettendogli di immergersi nella vita e nei lavori di Van Gogh attraverso immagini di grandi dimensioni che lo avvolgono a 360 gradi. Questa sezione multimediale esplora il lavoro e le esperienze di vita di questo prolifico artista nel periodo tra il 1880 e il 1890, ne interpreta pensieri, sentimenti e stati mentali durante il periodo trascorso a Arles, Saint Rémy e Auvers-sur-Oise, luoghi in cui creò molti dei suoi immortali capolavori.

I lavori di Vincent vengono mostrati attraverso dettagli ad altissima definizione, consentendo di comprendere l’uso del colore, la tecnica e le fonti di ispirazione. Sincronizzate con una potente colonna sonora classica, più di 2.500 immagini di Van Gogh in grande scala creano un’atmosfera elettrizzante, immergendo completamente il visitatore nei colori vibranti e nei vivaci dettagli che costituiscono l’unicità dello stile di Van Gogh. L’osservatore diventa così protagonista dell’opera, ampliando i propri sensi verso onde di immagini e suoni, intensi e belli.

La visita prosegue con un’esperienza di realtà virtuale grazie gli Oculus Samsung Gear VR. Per la prima volta i visitatori di una mostra dedicata a Van Gogh possono entrare all’interno delle opere percependo tridimensionalmente ogni dettaglio figurativo e cromatico. Un vero e proprio viaggio multisensoriale che immergerà il visitatore nella vita, nelle opere e nel contesto storico-artistico di Vincent Van Gogh.

Si arriva poi allo “Spazio di Vincent” in cui sono esposte cinque opere ricreate con la stessa tecnica, con gli stessi utensili e materiali del Maestro così che il visitatore possa toccare con mano i quadri.

Al termine della mostra, l’ultimo spazio espositivo è la "Stanza dei segreti". Qui sono esposte opere originali di Monet, Renoir, Degas e dello stesso Van Gogh, tutte inedite al grande pubblico. Opere di privati che non si trovano pubblicate nemmeno sui libri di storia dell’arte o nei saggi dei più grandi ricercatori. Inoltre, la “Stanza dei segreti” ospita 10 disegni del Maestro. Riproduzioni fedeli di opere che non vengono esposte dal 1987, né dal vero né in copia.

“Van Gogh - Multimedia & Friends” sancisce inoltre la “riconsegna” ufficiale di Spazio Lancia al pubblico e alla Città. Il primo piano di Palazzo Lancia, per anni sede dell’omonima casa automobilistica, è stato riportato al suo originario essenziale splendore da Bentley SOA che lo ha acquistato e ristrutturato nel rispetto del progetto originale dell’architetto Nino Rosani e dello studio Giò Ponti.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Sesso a pagamento nel circolo privato: scatta il sequestro, titolare multato e denunciato

  • Cronaca

    Malore in palestra: uomo muore in bagno dopo essersi allenato

  • Cronaca

    Manovre azzardate nell'area di servizio: fermato, era completamente ubriaco

  • Cronaca

    Scossa di terremoto questa mattina, tremano alcune case

I più letti della settimana

  • Vanno a far valutare un orologio e un braccialetto in un 'compro-oro', ma addosso sono pieni di gioielli rubati

  • Sparatoria dopo un litigio: un uomo è morto, un altro è ferito

  • Tragedia in stazione: donna investita e uccisa da un treno

  • Scossa di terremoto questa mattina, tremano alcune case

  • Delirio in tangenziale: due incidenti nelle due direzioni, lunghe code, traffico in tilt

  • Tragedia in un condominio: si getta dal quarto piano e si schianta in strada

Torna su
TorinoToday è in caricamento