Addio a Gilberto, per oltre 60 anni alla guida del suo storico ristorante

Morto per una polmonite

Gilberto Vannelli con la moglie nella foto di staff del Gatto Nero

Gilberto Vannelli, storica guida del ristorante Il Gatto Nero di corso Turati 14, è morto ieri, domenica 12 gennaio 2020, all'età di 81 anni, per una polmonite nella sua casa della Crocetta. Qualche giorno prima era stato dimesso dall'ospedale dove era finito per una frattura.

Aveva ereditato il locale fondato nel 1927 dal padre Settimo (morto nel 1954) in via Santa Croce 2 e trasferito nel 1958 nell’attuale sede, disegnata dall'architetto Pietro Derossi e che ospita quadri di gatti neri eseguiti da numerosi artisti, tra cui Armando Testa. Lo aveva trasformato da trattoria toscana a ristorante di lusso, mantenendo però quella cucina tradizionale.

Il ristorante, che aveva raggiunto le due stelle della Guida Michelin, era diventato ritrovo della borghesia e dell'industria torinese e soprattutto degli artisti che passano per la città. Da tre anni, dopo 62 ad accogliere i clienti, Gilberto aveva passato il testimone al figlio Andrea Vanelli, che ha 52 anni.

I funerali si terranno alle 9 di domani, martedì 14 gennaio, nella chiesa Madonna di Pompei di via San Secondo 60.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus a Torino: un quarantenne che è stato in contatto con i casi in Lombardia

  • Contagio Coronavirus, i casi a Torino adesso sono tre

  • Emergenza Coronavirus: chiuse due aziende e le scuole, montate tende da campo davanti agli ospedali

  • Precipita dal quarto piano mentre fa lavori in casa: morto dopo l'arrivo in ospedale

  • Moto trovata in un fosso a bordo strada: centauro morto nonostante i soccorsi

  • Perde il controllo dell'auto che invade la corsia opposta: scontro frontale, ragazzo grave in ospedale

Torna su
TorinoToday è in caricamento