Un male incurabile si è portato via Alberto Zan, stimato farmacista, manager e politico

Il ricordo di familiari e amici

Alberto Zan, farmacista e politico morto a 57 anni

Un male incurabile che minava il suo fisico da circa un anno si è portato via, lunedì 23 dicembre 2019, Alberto Zan, 57enne farmacista e politico di Almese, attivo anche ad Avigliana dove in passato era stato candidato sindaco per il centrodestra e aveva fatto il consigliere comunale nel decennio 1997-2007.

Conosciuto ovunque per le sue attività, lascia i figli Lodovica e Federico con la loro mamma Stefania. I funerali sono stati celebrati ieri, giovedì 26, nella parrocchia di Almese.

Dal 2000 Zan era direttore commerciale della Farmacie Comunali Torino spa.

“Sei stato il miglior papà, sempre lo sarai. Ora sei anche il miglior angelo custode che potessimo desiderare”, scrive la figlia Lodovica.

Il ricordo dei suoi amici

Difficile concentrare - dice l'amico Toni Spanò - in poche parole (ché poco, già di loro, possono le parole) i sentimenti che si dibattono in me di fronte alla dipartita di una persona con cui ho condiviso un lungo tratto di strada e cui debbo, tra l'altro, l'essermi avvicinato all'impegno politico. Sempre presente e, nella discrezione propria di chi è davvero autorevole, prodigo di consigli, un vero punto di riferimento. Caro Alberto, sono certo che continuerò, quanto ci saranno decisioni importanti da prendere, a chiedermi come ti comportesti tu nel caso. Sei andato avanti, ma resterai ben vivo nel mio e nostro ricordo. Ciao, amico mio! Buon viaggio!".

"Ci sono quei momenti - aggiunge un altro degli amici di sempre, Luca Olivero - nei quali ti manca il fiato, quando ti giunge la notizia che uno dei 'ragazzi' con i quali , per anni, hai creduto insieme di poter cambiare le cose vola in Cielo. Siamo cresciuti assieme, io più piccolo, lui più grande, ma abbiamo condiviso tantissimo, gli inizi delle nostre famiglie, i bimbi piccoli, le vacanze, tantissime cene, tante risate, tanta politica, tanta amicizia, poi, gli eventi della vita ci hanno un pò allontanati, ora era tornato ad Almese, e, di nuovo qualche cena, dei caffè, la politica. Ma il tempo non c'era più questa volta. Per te, carissimo amico mio era arrivato il momento della sofferenza, tu che da buon farmacista sapevi bene che la strada non sarebbe stata lunga. Oggi mi ero detto "stasera chiudo l'ufficio e vado a salutarlo", scusami, non sono arrivato in tempo. Ora le lacrime bagnano la tastiera, ci tenevo a salutarti anche qui, sei stato una brava persona, hai cercato di fare tutto quello di cui eri capace, di cui eravamo capaci. Mi mancherai, per davvero. Fa buon viaggio Alberto".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'assessore regionale Andrea Tronzano: “Ci ha lasciati un caro amico mio e di tanti di noi: Alberto Zan. Il dolore è enorme. Una grande persona che sono contento di aver conosciuto ed apprezzato. Condoglianze alla sua famiglia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Rapina in farmacia, poi arrivano i parenti del malvivente: 12 volanti per fermarli

  • Cirio firma l'ordinanza: "Da lunedì i supermercati potranno vendere cancelleria"

  • Coronavirus, Università di Torino: "La carenza di vitamina D può aumentare i rischi di contagio"

  • Stanotte torna l'ora legale, lancette in avanti: "Un mix critico col Coronavirus"

  • Coronavirus Piemonte, Icardi: "Test sierologico per dipendenti e ospiti delle case di riposo"

Torna su
TorinoToday è in caricamento