Ospedale di Rivoli, via ai lavori del 4° piano: l’ala sud a disposizione di pazienti e operatori

Ospiterà gli ambulatori di cardiologia e rieducazione funzionale

Parte dell’ala sud

Partiranno nelle prossime settimane i lavori per la sistemazione del quarto piano dell’ospedale di Rivoli. Il cantiere avrà all’incirca la durata di un anno: termine previsto per la primavera del 2021. I lavori riguardano l’ala sud del quarto piano dell’ospedale, un’area di 1.500 metri quadrati che è rimasta a rustico dalla costruzione dell’ospedale, avvenuta negli anni ’70, e che dunque finora non è mai stata utilizzata per attività sanitarie. Ora potrà essere messa a disposizione di pazienti e operatori.  

Si tratta quindi di un’opera, voluta dall’attuale direzione generale dell’Asl To3, necessaria nell’ottica di un miglior utilizzo degli spazi, del miglioramento dei percorsi di cura e della razionalizzazione delle risorse. L’ala sud del quarto piano diventerà un nuovo spazio ambulatoriale. Ospiterà infatti gli ambulatori di Cardiologia, che oggi si trovano al primo piano dell’ospedale, e di Recupero e Rieducazione funzionale (Rrf), attualmente nella sede di via Piave.

Questo doppio spostamento delle attività permetterà di avere su un unico piano dell’ospedale di Rivoli tutti i servizi di Cardiologia, dato che al quarto piano già si trovano il reparto, l’emodinamica e l’Unità intensiva. Allo stesso tempo, costituisce un passo importante nel percorso di sistemazione e ricollocazione di tutti i servizi oggi erogati in via Piave, una struttura ormai non più adeguata e che dunque sarà progressivamente svuotata, come previsto da tempo dal piano sottoscritto dall’Asl To3 e dal Comune di Rivoli.  

“Si tratta poi di un passaggio fondamentale nell’operazione di ricollocazione dei servizi di via Piave, che non solo saranno tutti garantiti e mantenuti, ma saranno offerti in spazi più adeguati sia alle esigenze dei pazienti che degli operatori” sottolinea il Direttore generale dell’Asl To3 Flavio Boraso.

L’importo complessivo, 1 milione e 593mila euro, non prevede nuovi stanziamenti da parte dell’Asl, ma è interamente coperto attraverso l’utilizzo degli utili del bilancio 2017. La gara d’appalto ed è stata aggiudicata al raggruppamento d’impresa costituito da Mit Srl ed Editel Spa. È in corso, invece, la gara per l’assegnazione dei lavori all’ex mensa Elcat, che ospiterà i servizi di Salute mentale, oggi in via Piave, e di Patologie delle dipendenze, che ora sono in corso Francia.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus a Torino: un quarantenne che è stato in contatto con i casi in Lombardia

  • Contagio Coronavirus, i casi a Torino adesso sono tre

  • Emergenza Coronavirus: chiuse due aziende e le scuole, montate tende da campo davanti agli ospedali

  • Tragedia nell'area servizio: automobilista si sente male e accosta, ma i soccorritori non riescono a salvarlo

  • Lotto, centrate due quaterne nello stesso paese: valgono 240mila euro

  • Paziente si lancia dalla finestra dell'ospedale: è gravissimo

Torna su
TorinoToday è in caricamento