Lascia in eredità 200.000 euro al Comune: ne beneficeranno 69 famiglie

Immagine di repertorio

Sono stati individuati i beneficiari della donazione di 200.000 euro, proveniente dall'eredità della signora Olga Ghiradi, con l’onere di assegnare l’intero importo a favore di famiglie pinerolesi con figli disabili.

La Città di Pinerolo, a fronte di 75 richieste pervenute, ha accolto 69 domande. Sono state escluse sei domande, cinque per mancanza dei requisiti di accesso e una in quanto riguardante soggetto non residente.
 
La graduatoria, per chi ha presentato la domanda, è visionabile presso l’ufficio politiche sociali del Comune di Pinerolo. A ogni famiglia beneficiaria andrà una somma compresa tra i 2.500 e i 3.350 euro circa a seconda della fascia ISEE. I soldi che le famiglie riceveranno non saranno vincolati ad alcun utilizzo quindi potranno usufruirne come meglio crederanno.

Tutti gli interessati dovranno far pervenire entro il 9 settembre il codice IBAN, intestato al richiedente del beneficio, all’ufficio Politiche Sociali del Comune di Pinerolo, Piazza Vittorio Veneto, n. 1 o in alternativa trasmettere il predetto codice IBAN all'indirizzo di posta elettronica pol.sociali@comune.pinerolo.to.it, scrivendo nell'oggetto: "IBAN - Eredità Ghirardi Olga”.

La cerimonia pubblica in memoria della signora Olga Ghirardi si terrà il 16 settembre alle 18 presso il Salone Cavalieri Viale Giolitti n. 7 Pinerolo, momento in cui ufficialmente saranno attribuiti i benefici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Anche in tangenziale arrivano velox: ecco dove verranno posizionati

  • Tragedia in ospedale: neonata muore mezz'ora dopo la nascita

  • Fine corsa per il pirata della strada, la sua auto era in carrozzeria: arrestato

  • "Da domani la strada sarà piena di veleno per i vostri cani" e i residenti insorgono sul web

  • Scontro violento fra auto: i vigili del fuoco estraggono due ragazze dalle lamiere

  • Incendio divampa nell'appartamento al nono piano, famiglia con bimbe piccole messa in salvo

Torna su
TorinoToday è in caricamento