Velocità rilevata con autovelox e telelaser: le vie interessate dai possibili controlli

Sabato 29 febbraio 2020 

Immagine di repertorio

È possibile verificare preventivamente i posti di controllo della velocità effettuati sul territorio del comune di Torino dalla Polizia Municipale tramite velox e telelaser.

Di seguito l’elenco delle strade di Torino che, sabato 29 febbraio 2020, possono essere interessate dai controlli della velocità pericolosa tramite autovelox e telelaser, al fine di tutelare la Sicurezza Stradale e ridurre gli incidenti. Si segnalano anche le postazioni fisse di corso Regina Margherita n. 401/A e corso Unità d'Italia 96/A.

Il limite di velocità sul territorio cittadino è di 50 Km/h, ove non diversamente ed espressamente segnalato. A i sensi dell’Art. 195 c. 2 bis C.d.S. l’importo della sanzione per le suddette violazioni commesse dopo le 22 e prima delle 7 è aumentato di un terzo.

Controlli della velocità nella giornata di sabato 29 febbraio 2020 

Corso Grosseto, Via Pietro Cossa, Corso Potenza, Corso Orbassano, Corso Vercelli, Corso Venezia, Corso Don Luigi Sturzo, Corso Giulio Cesare, Corso Casale, Corso Moncalieri, Via Guido Reni, Corso Massimo d'Azeglio, Via Onorato Vigliani, Via Zino Zini,

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Pane, olio e altri beni primari con i prezzi gonfiati del 200%: denunciato titolare

  • Coronavirus, Università di Torino: "La carenza di vitamina D può aumentare i rischi di contagio"

  • Stanotte torna l'ora legale, lancette in avanti: "Un mix critico col Coronavirus"

  • Il virus si è portato via Franco il Baffo: la cittadina in lacrime per lo storico vigile, politico e sportivo

  • Coronavirus Piemonte: 403 deceduti risultati positivi al virus, oggi morti anche due operatori sanitari

Torna su
TorinoToday è in caricamento