Juve-Napoli vietata ai nati in Campania, poi la società bianconera fa retromarcia

La questura si era dissociata

immagine di repertorio

Juventus-Napoli del prossimo 31 agosto 2019, valida per la seconda giornata di campionato, era stata inizialmente vietata ai nati e residenti in Campania. Il provvedimento adottato dalla società bianconera, non si capisce neanche bene a quale scopo (sembra per non meglio precisati motivi di ordine pubblico), aveva fatto discutere tant'è che dal comune di Napoli (dove tra l'altro è nato anche l'allenatore della Juventus, Maurizio Sarri, poi vissuto sempre in Toscana ma che con questa restrizione non potrebbe andare a vedere la partita) era arrivata una condanna durissima: "Si tratta di discriminazione territoriale", scrive la delegata all'autonomia Flavia Sorrentino.

E aveva fatto anche discutere la modalità della comunicazione, ossia quella in cui il club riferisce di avere concordato la decisione con la questura e con l'osservatorio nazionale manifestazioni sportive. Nella giornata di ieri, giovedì 8 agosto 2019, era arrivata la smentita ufficiale della questura ("decisione mai concordata e neanche condivisa") a cui era seguita una precisazione della Juventus che afferma di avere comunicato le restrizioni con una mail di posta elettronica certificata (Pec) che ha valore di una raccomandata.

Oggi, venerdì 9, proprio poco prima che i biglietti siano messi in vendita (a partire dalle 16), è arrivata la clamorosa retromarcia da parte della Juventus: i nati in Campania e residenti altrove potranno acquistare regolarmente i biglietti, mentre permane il divieto per i residenti a meno che non siano in possesso di Juventus Card o di tessera del tifoso della Juventus. Per quanto riguarda il settore ospiti si attendono le decisioni dell'osservatorio nazionale manifestazioni sportive, che si esprimerà prossimamente con un'apposita delibera.

Potrebbe interessarti

  • Medusa, rimedi anti puntura: gli errori da non commettere mai

  • Bevute eccessive: gli effetti immediati, il post-sbornia, i rimedi

  • Spioncino digitale, la tecnologia al servizio della sicurezza

  • I pericoli in mare e in piscina: l’acqua alta e la congestione

I più letti della settimana

  • Ragazza arriva in ospedale per un trapianto di cuore, ma i medici salvano il suo

  • Tragedia nel condominio: donna si suicida gettandosi dal settimo piano

  • Muore otto giorni dopo l'incidente: era troppo debole, non ce l'ha fatta

  • Tragedia nella caserma degli alpini: militare trovato impiccato alla tromba delle scale

  • Scontro frontale tra moto e auto: due centauri sbalzati via per diversi metri, sono gravi

  • Marito uccide la moglie con una lima da modellismo, dopo qualche ora si costituisce

Torna su
TorinoToday è in caricamento