Metropolitana, certificati scaduti: diminuiscono i convogli e aumentano i tempi di attesa

Per un ritorno alla normalità si dovrà attendere fino ad aprile

Brutte notizie per i pendolari della metropolitana torinese. Ben 58 treni hanno i certificati scaduti, già prorogati grazie a una deroga del ministero dei Trasporti, e solo 43 sono stati autorizzati a circolare dopo la revisione. Quindici quindi sono costretti allo stop forzato con il conseguente aumento di attesa per i viaggiatori tra un mezzo e l'altro: nel periodo di massima affluenza quindi, per via della riduzione delle corse gestite da Gtt, l'attesa è passata dai 2 minuti esatti ai 2 minuti e 50 e una corsa su cinque è stata cancellata.

Entro il mese di aprile la situazione dovrebbe tornare, a poco a poco, alla normalità ma nel frattempo il rischio per chi si sposta in metro è di viaggiare allo stretto e attendere un po' di più alle stazioni. Alla fine di febbraio altri 6 treni dovrebbero tornare nuovamente disponibili.  
 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Torino usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Matrimonio da favola per Cristina Chiabotto e Marco Roscio: la festa alla Reggia

  • Mancano le autorizzazioni per vendere: chiusa la panetteria del centro commerciale

  • Il Comune di Torino assume: 238 nuovi dipendenti entro la primavera 2020

  • Ragazzo di 18 anni si butta dal quarto piano, è gravissimo

  • Trovato cadavere in casa, accertamenti in corso

  • Addio a Giuseppe, il papà con la passione della auto storiche, e alla figlia Nicole

Torna su
TorinoToday è in caricamento