Disabili e mezzi pubblici, GTT: "Arrivano cinture di sicurezza più lunghe e postazioni dedicate"

Giovanni Foti, Ad GTT: “L’obiettivo è di consentire un mobilità davvero aperta a tutti”  

Immagine di repertorio

“Non accetto che si descriva GTT come un’azienda poco attenta ai problemi dei disabili o in guerra con loro. Gtt ha fatto molto e su questo tema ho trovato un’azienda punto di riferimento in Italia. Il nostro obiettivo, ripetiamo, è aumentare la sicurezza e consentire una mobilità davvero aperta a tutti”. Lo afferma l’amministratore delegato di GTT Giovanni Foti a seguito di diverse segnalazioni riguardo alla difficoltà di accesso ai mezzi pubblici da parte delle persone disabili in carrozzina.  

Sostituzione delle cinture di sicurezza e altre migliorie 

GTT, ricorda Foti, ha un dialogo costante e costruttivo con le associazioni attraverso la figura del Disability Manager e lo stesso amministratore delegato annuncia l’intenzione di fare ulteriori passi avanti e anticipa che i prossimi bus lunghi (18 metri) avranno due postazioni dedicate a bordo invece anziché una, mentre nelle prossime settimane saranno progressivamente sostituite le cinture di sicurezza attualmente a bordo (che sono omologate) con altre più lunghe, che potranno consentire l’aggancio anche a carrozzine di dimensioni più ampie. Prosegue Foti: “Stiamo iniziando ad effettuare le modifiche necessarie per il progressivo raddoppio delle postazioni dedicate sui tram bidirezionali lunghi serie 6000, quelli della linea 4”.

Questione carrozzine, dimensioni e omologazione

“I nostri mezzi sono omologati da enti specializzati. L’evoluzione tecnologica ma soprattutto quella del mercato ha, in alcuni casi, aumentato le dimensioni delle carrozzine. Le carrozzine devono essere sistemate nella postazione dedicata per le persone con disabilità, secondo le istruzioni presenti nella tabella affissa a bordo devono essere disposte contromarcia e appoggiate alla paretina; a tale proposito abbiamo inviato alle associazioni dei disabili una informativa sui dispositivi a bordo e sulle regole per la sicurezza. Regole che il nostro personale per legge è tenuto a rispettare nell’interesse di tutti i cittadini compresi quelli con difficoltà motoria”. 
 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Torino usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Qualità dell’aria, scatta il livello viola: bloccati tutti i veicoli euro 5

  • La folle corsa di due carri-attrezzi a 120 km/h: patenti ritirate ai conducenti, multe per 2.700 euro

  • Omicidio-suicidio nella villetta: marito uccide la moglie con un colpo di balestra e poi si toglie la vita

  • Scende dopo lo scontro con un'altra auto e viene investito: morto

  • Emergenza smog: continua lo stop a tutti i veicoli diesel fino agli Euro 5

  • Ragazza investita dal treno, morta: è stato un incidente. Circolazione ferroviaria bloccata

Torna su
TorinoToday è in caricamento