Smog, 15 ottobre-31 marzo: i blocchi al traffico a Torino e in provincia

Esentati gli ultra settantenni

Da lunedì 15 ottobre al via le limitazioni al traffico in 30 Comuni dell’agglomerato metropolitano di Torino e in tre esterni (Carmagnola, Ivrea e Chivasso). Nella riunione di ieri, giovedì 4 ottobre, il Tavolo ha esaminato nel dettaglio l’Ordinanza-tipo contenuta in una Delibera della Giunta Regionale, soffermandosi sugli aspetti più significativi e definendo una formulazione coordinata delle Ordinanze che i singoli Comuni adotteranno nei prossimi giorni. Alcuni aspetti di tale Ordinanza verranno recepiti in un Decreto del Vicesindaco metropolitano, Marco Marocco.

Tutti i divieti

I divieti riguardano i veicoli a motore: ci saranno il blocco permanente dalle 0 alle 24 degli Euro 0 e quello dei veicoli Euro 1 e 2 diesel dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 19. È inoltre previsto il divieto di circolazione per gli Euro 3 diesel dal 15 ottobre al 31 marzo 2019, sempre dalle 8 alle 19. Le limitazioni sono state confermate dai Comuni che partecipano al Tavolo di concertazione sulla qualità dell’aria istituito presso la Città Metropolitana di Torino.

Le deroghe

Sono previste deroghe al divieto di circolazione per i veicoli Euro 1, 2 e 3 degli ambulanti che compiono tragitti brevi. Tali deroghe saranno limitate a due “finestre” temporali: dalle 8 alle 8,30 e dalle 14 alle 17. Inoltre, niente divieto per gli ultrasettantenni alla guida di tutti i veicoli e per il car pooling (in questo caso solo quanto scatteranno eventualmente i blocchi emergenziali). Per i veicoli riconosciuti di interesse storico e collezionistico, sarà prevista l’esenzione dal divieto di circolazione il sabato e nei giorni festivi e per partecipare a raduni e manifestazioni per veicoli storici.

“È un traguardo importante – ha sottolineato il Vicesindaco metropolitano, Marco Marocco -, perché siamo riusciti a perseguire l’obiettivo del miglioramento della qualità dell’aria senza penalizzare eccessivamente i cittadini e le categorie produttive. Per i periodi di inquinamento molto elevato, che ci auguriamo non si verifichino, abbiamo preferito mantenere il livello viola del semaforo, che affronta con limitazioni molto severe eventuali situazioni di forte criticità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Scontro frontale sul rettilineo: auto distrutte, morti entrambi i conducenti

  • Colto da malore, si accascia a terra mentre sta camminando: morto

  • Automobilisti attenti: a mezzanotte entrano in servizio i semafori anti-passaggio col rosso

  • Cadavere putrefatto e decapitato trovato in un campo, si era suicidato impiccandosi a un albero

  • Investita mentre attraversa la strada davanti a casa: è grave

Torna su
TorinoToday è in caricamento