La Regione Piemonte lancia Erica, la app che aiuta le donne vittime di violenza

Un utile strumento dotato di geolocalizzazione

La presentazione dell'applicazione in Regione

La Regione Piemonte lancia Erica, la app pensata per le donne vittime di violenza ma non solo. "In realtà ci piacerebbe che tutte le donne piemontesi scaricassero questa applicazione che si cala perfettamente nella nostra realtà regionale - spiega l'assessore ai Diritti, Monica Cerutti -. Perchè a volte è importante 'farsi i fatti delle altre' e magari chissà, grazie a Erica, aiutare chi ha bisogno". Compatibile con i sistemi operativi Android e Ios, l'applicazione è fruibile prioritariamente su smartphone, e fornisce informazioni utili sui centri antiviolenza del Piemonte - con tanto di numeri e indirizzi - oltre a consentire alle donne che la scaricano, di mandare una richiesta di aiuto in caso di pericolo a tre numeri precedentemente registrati.

Ma la cosa più interessante e sicuramente utile è il sistema di geolocalizzazione che permette di individuare facilmente la persona che ha bisogno di aiuto e che in questo modo può essere soccorsa. Uno strumento interattivo e veloce che, in caso di necessità, consente a chi lo ha scaricato di mettersi in contatto con un pronto intervento e di individuare in tempi brevi il luogo più vicino dove rifugiarsi. 

Continua così, con questa azione, l'impegno della Regione nel contrasto alla violenza di genere, sia sul fronte normativo sia su quelllo della messa a disposizione di strumenti e servizi, in collaborazione che altri soggetti - pubblici e privati - che si occupano del fenomeno. Oggi i centri antiviolenza in Piemonte sono 17 - 9 solo a Torino e in provincia - ma entro l'anno arriveranno a 20 e se le donne che si rivolgevano a questi centri, nel 2017 sono state 2300, nel 2018 sono arrivate a 3100. Le cartoline che pubblicizzano Erica, il cui nome si ispira al fiore omonimo, verranno distribuite durante la notte bianca in programma il 13 aprile al Valentino, per "restituire" simbolicamente il parco ai torinesi dopo l'incremento dell'ultimo periodo di episodi criminali. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in ospedale: neonata muore mezz'ora dopo la nascita

  • "Da domani la strada sarà piena di veleno per i vostri cani" e i residenti insorgono sul web

  • Doppia scossa di terremoto a mezz'ora l'una dall'altra: avvertite dalla popolazione

  • Scontro violento fra auto: i vigili del fuoco estraggono due ragazze dalle lamiere

  • Incendio divampa nell'appartamento al nono piano, famiglia con bimbe piccole messa in salvo

  • Velocità rilevata con autovelox e telelaser: le vie interessate dai possibili controlli

Torna su
TorinoToday è in caricamento