Nuove stelle Michelin brillano su Torino, premiati tre chef: chi sono

Marco Miglioli del Ristorante Carignano, Alessandro Mecca di Spazio 7 e Nicola Somma di Cannavacciuolo Bistrot

"Brigata di cucina", Spazio 7. Foto di Lido Vannucchi

Pioggia di nuove stelle Michelin sul Piemonte e su Torino. Su 29 nuovi chef stellati tre lavorano a Torino e sono tutti giovani, ma di grande esperienza. Sono Marco Miglioli del Ristorante Carignano, Alessandro Mecca di Spazio 7 e Nicola Somma del Cannavacciuolo Bistrot. 

All'ombra della Mole ora sono sette i ristoranti stellati: Vintage 1997, Casa Vicina Eataly, Magorabin, Del Cambio, Spazio 7, Carignano Hotel Sitea, Cannavacciuolo Bistrot. In provincia: La Credenza a San Maurizio Canavese, CombaLzero a Rivoli, Zappatori a Pinerolo e Gardenia a Caluso. In totale i ristoranti premiati dalla guida francese in Piemonte sono 45.

Alessandro Mecca di Spazio 7

Spazio7, ristorante all’interno della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di Torino, riceve la sua prima stella Michelin grazie a Alessandro Mecca, classe 1984, che inizia la sua carriera nel ristorante di famiglia, "Crocetta" di Torino, dove impara le basi fondamentali del lavoro di un cuoco e scopre la passione per la cucina tradizionale italiana. Arriva a Spazio7, ristorante di Emilio Re Rebaudengo, nel settembre 2015 dopo tre anni all’Estate di San Martino a Villanova d’Asti.

“Trovarmi ogni giorno all’interno di uno spazio espositivo, come la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, è uno stimolo continuo – dichiara Alessandro Mecca, chef di Spazio7 –. Credo che questo sia stato fondamentale per il mio percorso di crescita, e della mia brigata, e che si sia percepito nel corso di questi tre anni. Anni in cui cucina e sala hanno davvero lavorato in simbiosi, grazie soprattutto alla fiducia che Emilio ha riposto in noi dal primo giorno. Ricevere il riconoscimento della guida Michelin è un onore che da oggi ci mette tutti davanti a nuovi obiettivi: la stella non è un punto di arrivo, ma un punto di partenza”.

 Marco Miglioli del Carignano

 Il Ristorante Carignano non è solo più il ristorante del Grand Hotel Sitea, ma il ristorante di tutta la città. .In cucina officiano Fabrizio Tesse, classe 1978 già chef stellato Michelin, e Marco Miglioli da venerdì 16 novembre neo chef stellato.

 
Nicola Somma del Cannavacciuolo Bistrot

Il Cannavvacciuolo Bistrot, in via Cosmo dietro la Gran Madre, aperto da poco più di un anno ha già incantato i clienti torinesi e internazionali. Antonino Cannavacciuolo ha puntato sulla coppia composta dalla classe del maitre Pino Savoia in sala e alla maestria del giovane Nicola Somma fresco di premio “stellato”. Nel bistrot torinese inoltre si cerca ulteriore personale: sono quattro le posizioni aperte. Un motivo in più per ambire a lavorare con i grandi della ristorazione locale e italiana.

Potrebbe interessarti

  • Medusa, rimedi anti puntura: gli errori da non commettere mai

  • Bevute eccessive: gli effetti immediati, il post-sbornia, i rimedi

  • Spioncino digitale, la tecnologia al servizio della sicurezza

  • I pericoli in mare e in piscina: l’acqua alta e la congestione

I più letti della settimana

  • Ragazza arriva in ospedale per un trapianto di cuore, ma i medici salvano il suo

  • Tragedia nel condominio: donna si suicida gettandosi dal settimo piano

  • Muore otto giorni dopo l'incidente: era troppo debole, non ce l'ha fatta

  • Tragedia nella caserma degli alpini: militare trovato impiccato alla tromba delle scale

  • Scontro frontale tra moto e auto: due centauri sbalzati via per diversi metri, sono gravi

  • Marito uccide la moglie con una lima da modellismo, dopo qualche ora si costituisce

Torna su
TorinoToday è in caricamento