Emergenza smog e blocco auto, il sindaco di Rivalta: “Il casello di Beinasco va soppresso”

Nicola de Ruggiero chiede di aprire il casello per migliorare la qualità dell’aria che si respira

Nicola de Ruggiero

Sale il livello di smog a Torino e nella cintura torinese con dirette conseguenze sul traffico veicolare e l’istituzione di misure sempre più restrittive. “Continua il blocco dei veicoli Euro 4 diesel a Rivalta – mentre peggiora addirittura nei comune limitrofi – e continua il silenzio sull’unica misura in grado di migliorare sensibilmente la qualità dell’area sud della Provincia di Torino: la chiusura del casello di Beinasco!”.

Con queste parole il sindaco di Rivalta di Torino Nicola de Ruggiero commenta i dati che l’Arpa Piemonte ha diramato lunedì 7 gennaio e che confermano i risultati di una campagna sul monitoraggio dell’aria che sempre Arpa ha condotto sul territorio rivaltese, concentrandosi sul quartiere Pasta.

“I dati che sono arrivati qualche confermano per la nostra zona una pessima qualità dell’aria. Le rilevazioni, che hanno interessato il periodo febbraio-marzo 2017 e aprile-maggio 2018, ci consegnano un quadro preoccupante soprattutto per quanto riguarda la presenza in atmosfera del PM10” continua il primo cittadino che rileva come dai dati emerge che non è il traffico generato dal piccolo quartiere di Pasta o dai comuni limitrofi a causare questi livelli di inquinamento, bensì il fatto che “la zona è diventata ormai da quasi 20 anni l’attraversamento preferito per chi non vuole, legittimamente, pagare il casello di Beinasco e proseguire lungo la tangenziale di Torino”.

Conclude Nicola de Ruggiero: “Non capisco perché, almeno in situazioni così delicate, ATIVA, che ricordiamo è anche di proprietà dalla Città Metropolitana, non apra il casello, misura che sicuramente gioverebbe al miglioramento della qualità dell’aria che respiriamo”.


 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • se incentivassero i mezzi pubblici, forse sarebbe meglio, ma molti cojones hanno bisogno di prendere la macchina anche per andare a comprare il pane, imbe- cilli

  • O si piantano al casello o si piantano 3 km piû avanti nell’immissione in tangenziale visto che anche quella direttrice stradale é bloccata. Chiedete al sindaco di Torino perchè ha bloccato la costruzione dell’altra bretella autostradale da Santena a Settimo torinese che passava dietro la collina....

  • Ladri , per percorrere 5 km circa fino ad Orbassano devo pagare tanto come quello che la sfrutta tutta fino a Pinerolo..l

  • una proposta intelligente, oltre ai caselli occorre eliminare le rotatorie, il tempo di immissione e sicuramente superiore al tempo di attesa gestito da un semaforo.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Si dà fuoco accidentalmente mentre lavora in giardino: uomo in condizioni disperate

  • Attualità

    Revocato lo sciopero del personale della metropolitana: venerdì servizio regolare

  • Cronaca

    Dottoressa pedinata e minacciata con il coltello, reagisce al rapinatore e lo fa arrestare

  • Cronaca

    Ad un mese e mezzo dallo sgombero, gli anarchici occupano l'ex scuola abbandonata

I più letti della settimana

  • Pedone investito da un’auto mentre attraversa sulle strisce: morto. Conducente arrestato

  • Tir sbanda ed esce dalla tangenziale rimanendo su un fianco: carico di carne si rovescia nel fosso

  • Uomo ucciso con un colpo di pistola alla testa: c'è un fermato

  • Tamponamento nel sottopasso. Caos e disagi: una bambina finisce in ospedale

  • Ucciso con un colpo di pistola alla testa: arrestato titolare del Caf

  • Giovane aggredita nella notte, 30enne arrestato per violenza sessuale

Torna su
TorinoToday è in caricamento