Ivrea, emergenza coronavirus: sospesa l’attività dei mercati  

Parcheggio gratuito sulle strisce blu fino al 25 marzo compreso

Immagine di repertorio

L’Amministrazione comunale di Ivrea oggi, lunedì 16 marzo, ha deciso di continuare a sospendere i mercati sino a data da destinarsi. La decisione arriva a seguito di un sopralluogo congiunto sulle aree mercatali del Sindaco Stefano Sertoli e dell’Assessore al Commercio Costanza Casali, dell’Assessore alla Polizia Urbana Giuliano Balzola, unitamente ai responsabili del SUAP, dell’Ufficio tecnico e dei vigili urbani, dei rappresentanti delle associazioni di categoria. È stata riscontrata l’impossibilità di garantire un accesso ordinato e in sicurezza da parte degli utenti alle aree mercatali stesse.

Si legge nella nota diffusa dall’amministrazione comunale: “La decisione è stata presa prudenzialmente per evitare assembramenti e per la tutela della salute dei cittadini, alla luce anche delle spiacevoli situazioni createsi in quei luoghi dove i mercati sono stati autorizzati. La situazione sta evolvendo nel senso di restrizioni più stringenti anche a livello nazionale; in varie città si stanno chiudendo addirittura i parchi pubblici”. 

Continuano, quindi, le azioni tese a evitare occasioni di diffusione del virus e proseguono gli inviti rivolti alle persone a restare a casa. L’assessore al Commercio Costanza Casali: “Il bene primario da tutelare in una situazione di emergenza come quella che stiamo vivendo, è la salute di tutti i cittadini e, pertanto, in quest’ottica è stato deciso di sospendere i mercati della città”.

Parcheggio gratuito sulle strisce blu

La Giunta comunale, di concerto con la Società Ivrea Parcheggi S.p.A., ha deciso di rendere gratuiti i parcheggi nelle strisce blu della città a partire da lunedì 16 fino al 25 marzo compreso, data di efficacia delle disposizioni di cui al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell’11 marzo 2020.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La decisione, pur in un periodo di minima presenza di auto circolanti, è finalizzata non solo a favorire i cittadini in questo momento di crisi ma, soprattutto, a evitare che coloro che devono muoversi per svolgere servizi essenziali non siano gravati anche dal pagamento dei parcheggi e dal tempo limitato di sosta consentita negli stalli blu con riquadro rosso posti nelle principali vie centrali della città.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Rapina in farmacia, poi arrivano i parenti del malvivente: 12 volanti per fermarli

  • La corsa al mare dei turisti torinesi finisce col litigio con i vicini, poi sono costretti a tornare a casa

  • Trovato il cadavere Vincenzo (per tutti Franco) in riva al fiume: probabile suicidio

  • Scontro tra moto e auto all'incrocio: militare dell'esercito morto sul colpo

  • Quarantena e fai da te: come tagliarsi (da sole/i) i capelli a casa

Torna su
TorinoToday è in caricamento